Repubblica Italiana
02 Giugno 2016   •   Snap Italy

Festa della Repubblica: cosa sai della parata?

È arrivato il secondo giorno del mese di giugno, anniversario della Festa della Repubblica italiana

Anche quest’anno il 2 giugno la Capitale si veste a festa. Questo venerdì si celebra infatti il 71° anniversario della nascita della Repubblica. Come ogni anno, tutte le Forze Armate, le Forze di Polizia della Repubblica, il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e della Croce Rossa Italiana, sfileranno nella parata tradizionale lungo Via dei Fori Imperiali. Assisteranno alla parata militare il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, insieme ai rappresentanti delle più alte cariche dello Stato, tra cui i presidenti di Camera e Senato e il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni.

L’inizio del cerimoniale è previsto per le 9.55 con il tradizionale alzabandiera che si terrà a Piazza Venezia, presso l’Altare della Patria, accompagnato dall’altrettanto classico deposito della corona d’alloro, come omaggio al Milite Ignoto, da parte del Presidente della Repubblica. Saranno presenti anche i presidenti di Camera e Senato ed il presidente del Consiglio. A seguire il volo delle Frecce Tricolore, simbolo della nostra nazione, nonché momento di grande spettacolo, e l’inizio della parata militare, preceduta dalla rassegna dei vari reparti schierati. Nel pomeriggio, aperti al pubblico, i giardini del palazzo del Quirinale, presso il quale ci saranno esibizioni musicali tenute dai complessi bandistici dell’Esercito Italiano e della Marina Militare, dell’Aeronautica Militare Italiana, dell’Arma dei Carabinieri, della Polizia di Stato, della Guardia di Finanza, del Corpo di Polizia Penitenziaria e del Corpo Forestale dello Stato.
Sempre in quest’occasione, il Cambio della Guardia in forma solenne, con il Reggimento Corazzieri e la Fanfara del IV Reggimento a Cavallo.

Questo il programma del 2017, ma facciamo un attimo un passo indietro e scopriamo insieme origini e significato di questa festa nazionale.

Festa della Repubblica – Storia e origini

1946, il 2 ed il 3 giugno si tenne un referendum istituzionale con il quale gli italiani vennero chiamati alle urne per decidere quale forma di Stato dare al Paese, monarchia o repubblica? Il popolo italiano scelse e così, dopo 85 anni di regno, con 12.718.641 voti contro 10.718.502, l’Italia diventò una Repubblica e i regnanti di Casa Savoia vennero esiliati. Si trattò del primo referendum con votazione a suffragio universale, indetto in Italia.

La prima celebrazione della Festa della Repubblica, si tenne il 2 giugno 1948 in Via dei Fori Imperiali, a Roma. Il cerimoniale consisteva all’epoca, nella rassegna delle forza armate in onore della Repubblica da parte del Presidente della Repubblica, in Piazza Venezia, presso l’Altare della Patria. Dopodiché, depositata la corona d’alloro in onore del Milite Ignoto, gli stendardi delle forze armate percorrevano la scalinata dell’Altare della Patria, per poi rendere omaggio al Presidente della Repubblica, Luigi Einaudi, con un inchino.

Nel 1961 la celebrazione non ebbe luogo a Roma ma a Torino, dove si celebrava anche il centenario dell’Unità d’Italia; mentre nel 1963, per l’imminente morte del Papa Giovanni XXIII, la cerimonia venne spostata al giorno 4 giugno. Nel 1977 ancora, a causa della forte crisi economica che attanagliava il Paese, per contenere i costi economici e sociali, si decise di sopprimere il 2 giorno come festa nazionale e di spostarla alla prima domenica del mese. Questo provvedimento venne revocato nel 2001 da Carlo Azeglio Ciampi.

Il 2 giugno è quindi la celebrazione della nascita della Repubblica Italiana, della nostra nazione, un po’ come per i francesi il 14 luglio, anniversario della presa della Bastiglia, o per gli americani il 4 luglio, anniversario della dichiarazione d’indipendenza della Gran Bretagna.

Ma vediamo anche le tappe fondamentali della storia della parte indubbiamente più importante e caratteristica del cerimoniale, ovvero la parata militare.

1950 : venne inserita, per la prima volta, nel protocollo delle celebrazioni
1976 : non venne organizzata in seguito al terribile terremoto del Friuli
1983 : venne reinserita nel programma ufficiale, e solo per quell’anno si tenne la prima domenica di giugno, tra l’Aventino e Porta San Paolo, per commemorare la resistenza all’occupazione tedesca della città di Roma durante la seconda guerra mondiale
1984 : tornò in via dei Fori Imperiali, per poi svolgersi, l’anno successivo, tra Via dei Cerchi e le Terme di Caracalla
1989 : fu eliminata nuovamente; in sua sostituzione, fu organizzata una Mostra storica a Piazza di Siena e fino al 1999 la celebrazione della Festa della Repubblica si limitò esclusivamente alla cerimonia presso l’Altare della Patria
2000 : tornò definitivamente nel cerimoniale su iniziativa dell’ex Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi
2005 : ancora Carlo Azeglio Ciampi inserì nel corpo della parata anche il Corpo di Polizia Municipale del Comune di Roma e il personale della Protezione Civile.

Oggi, alla parata militare del 2 giugno, prendono parte tutte le forze armate italiane, tutte le forze di polizia della Repubblica, il Corpo nazionale dei vigili del fuoco, la Protezione Civile e la Croce Rossa Italiana. Anche quest’anno non ci resta che unirci alla festa (o seguirla in tv), e goderci lo spettacolo!

Chiara Rocca