In vacanza con il cane? Questa estate ci pensa TripDoggy

15 giugno 2016 • Business & Startup, Travel & Culture • Di: • Visto: 1260

«Se sei un amante dei viaggi e il tuo migliore amico ha quattro zampe, TripDoggy è la piattaforma che fa per te. Ecco come organizzare una vacanza dog friendly al cento per cento»

Si avvicinano le vacanze, la stagione estiva accende la voglia di nuove scoperte, l’avventura chiama. Ma quando si ha un amico a quattro zampe non è facile organizzare le attività che andremo a svolgere nel nostro viaggio: c’è sempre la paura e il rischio di dover lasciare il nostro Fido chiuso tutto il giorno in un hotel. In Italia (e presto anche all’estero) per risolvere questo problema è nato TripDoggy.

TripDoggy (sito web) è una piattaforma on-line in cui è possibile trovare strutture ricettive e attività turistiche in tutta Italia per vivere al meglio la vacanza con il proprio cane. È nato a Gallarate, da un team di cinofili, viaggiatori ed esperti di turismo sostenibile, e il suo obiettivo non è solo quello di mettere in contatto l’utente con hotel o b&b dog-friendly, ma organizzare esperienze complete, veri e propri viaggi in cui ogni attività è progettata per essere vissuta in compagnia del nostro amico a quattro zampe.

“Il motivo per cui nasce TripDoggy – spiega Domenico, fondatore della piattaforma – è che quando si ha un cane la cosa difficile non è tanto trovare le strutture ricettive per il pernottamento, quanto svolgere attività senza dover lasciare il proprio fido in hotel, rinunciando alla sua compagnia durante le esperienze più memorabili della nostra vacanza. Sono poche le informazioni sulle strutture che rendono possibile viaggiare al meglio con il proprio cane, e noi puntiamo proprio a organizzare un’esperienza completa, in cui nulla è lasciato al caso.”

Come funziona

A partire dalla home pagine di TripDoggy è possibile iniziare a organizzarsi in più modi: inserendo nella barra di ricerca la destinazione desiderata con le date di riferimento, oppure lasciando fare all’aggregatore della piattaforma a partire dal nostro stile di vita: mare, montagna o relax? Formato coppia o formato famiglia? Gita nella natura o degustazione vinicola? Una volta che gli indichiamo queste esigenze di base, TripDoggy seleziona una serie di pacchetti tra cui scegliere.

Il lavoro dello staff di TripDoggy è soprattutto quello di fare ricerca e garantire la qualità delle strutture che mette in contatto con gli utenti, spesso anche verificandole di persona: “Il nostro lavoro di selezione – spiega Domenico – avviene innanzitutto con la ricerca delle strutture giuste, e poi con la valutazione di servizi, logica e filosofia che offrono.
Una cosa a cui diamo importanza è che i servizi siano disponibili per cani di tutte le taglie. Le strutture che non accettano i cani più grandi vengono inserite nella piattaforma solo quando la restrizione è data da evidenti motivi di spazio”.

Al momento TripDoggy organizza viaggi in tutta Italia, e uno degli obiettivi del 2017 è quello di arrivare anche all’estero: “Già dall’anno prossimo cominceremo ad aggregare strutture in Europa e a rendere il sito multilingua, e al momento abbiamo collaborazioni con paesi come l’Austria e Malta. La nostra espansione sarà necessaria, perché a livello europeo non esistono altre piattaforme come TripDoggy.”

Mare, montagna o relax?

I pacchetti – spiega Domenico – li abbiamo creati pensando un po’ a tutti i tipi di famiglie. Si parte da una base di due notti e tre giorni e ogni attività prevede soggiorno, tour organizzati e una guida con tutte le informazioni per vivere al meglio l’esperienza con il proprio fido.”
Ci sono decine di destinazioni possibili: la degustazione vinicola a Montepulciano, il tour privato di un’intera giornata tra le bellezze di Portofino, il viaggio sul trenino del Bernina da Tirano a Saint Moritz e la giornata nel centro benessere sono solo alcuni esempi.

Insieme alle guide turistiche, TripDoggy tiene informata la sua community attraverso un blog aggiornato frequentemente. Qui si possono trovare i consigli di Irene, i diari di viaggio di Domenico e Sirio, le idee in pillole e utili consigli su come muoversi sicuri su ogni mezzo di trasporto.
“Le esperienze che raccontiamo sul blog – spiega lo staff – sono raccontate dal punto di vista del padrone, ma soprattutto tenendo conto delle necessità e dell’esperienza del nostro amico peloso”.
“La filosofia di TripDoggy parte dalla convinzione del fatto che una persona viaggia per vivere esperienze memorabili. Il nostro compagno di viaggio è colui che può ampliare e migliorare le nostre esperienze, e il cane è uno dei migliori compagni di viaggio che si possano avere. Fondamentalmente – conclude Domenico – TripDoggy nasce dalla necessità di non rinunciare alla passione di vivere esperienze memorabili con i nostri migliori amici”.

Giulia Capozzi

Tags: , , ,

Comments are closed.