Shopping a Capri: alla scoperta dei negozi di moda dell’isola

shopping a Capri

13 luglio 2017 • Fashion & Lifestyle • Di: • Visto: 2056

«Se non riuscite a rinunciare agli acquisti nemmeno in vacanza, seguiteci in questo tour dello shopping a Capri, tra le maggiori strade della moda dell’isola»

Quest’estate Snap Italy vi porta alla scoperta dei migliori distretti di shopping con la rubrica Shopping Maps. Eccoci, dunque, alla nostra prima tappa: oggi parleremo dello shopping a Capri, e vi porteremo in giro per le boutique più famose e rinomate dell’isola.

Capri è famosa in tutto il mondo, e ogni anno diventa la meta preferita di turisti provenienti da ogni parte del mondo. L’isola offre paesaggi mozzafiato, natura, mare e buona cucina, ma anche tante possibilità per acquistare prodotti alla moda e artigianali. Così, tra un tuffo in mare, una gita in barca (immancabile) e un gelato nella celebre Piazzetta, ricordate di dedicare un po’ di tempo allo shopping. Non ve ne pentirete!

L’esperienza di shopping a Capri potrà accontentare davvero tutti. Che cerchiate prodotti tipici del posto o must have delle grandi maison italiane, su questa magica isola troverete tutto quello che desiderate. Noi, in particolare, vi consigliamo di dare un’occhiata alle boutique dei maggiori brand, e poi perdervi tra i tipici negozi capresi, scoprendo tante piccole curiosità sull’isola. E, ovviamente, non potranno mancare tra i vostri acquisti una bottiglia del miglior limoncello italiano, un profumo e un paio di sandali artigianali.

Ma andiamo per ordine… Il triangolo dello shopping di lusso a Capri va dalla Piazza Umberto I fino a Via Camerelle e Via Le Botteghe. Ad Anacapri, lungo via Giuseppe Orlandi, troverete molti negozietti di artigianato, mentre i negozi di souvenir si concentrano lungo la strada che porta verso Villa San Michele.

Proprio in Piazzetta, sotto il famoso orologio, troviamo la boutique La Parisienne, che dal 1906 (anno di apertura) è uno dei maggiori simboli della moda caprese. La boutique multibrand offre stili sofisticati ed eleganti. Se siete alla ricerca di un bel kaftano, o di una tunica di seta stampata, o ancora un abito colorato con cristalli, in questo store troverete le proposte migliori. Con le sue due etichette Adrian’s e Capri Couture, dagli anni ’60 ad oggi non ha mai smesso di produrre, rigorosamente sull’isola, il suo prêt-à-porter di lusso, mantenendo viva la preziosa tradizione dell’artigianato caprese.

Partendo dalla Piazzetta e procedendo verso Via Vittorio Emanuele e Via Camerelle, potrete trovare le maggiori boutique di lusso. Da Roberto Cavalli a Salvatore Ferragamo, da Giorgio Armani a Valentino, passando per Gucci, Dolce&Gabbana, Miu Miu e Moschino.

Sempre qui, troverete l’iconico negozio Capri Watch. Il brand è stato fondato negli anni ’90 da Silvio Staiano, ma in realtà l’attività del negozio risale al 1964, quando i suoi genitori vendevano articoli in ceramica lavorati a mano dai migliori artigiani italiani. Altro nome da ricordare è Antica Sartoria Positano di Giacomo Cinque, che ritroveremo spesso nella nostra rubrica Shopping Maps, e che ha portato la moda Positano tra le strade di Capri. E ovviamente non può mancare, nella nostra guida dello shopping a Capri, una menzione della boutique Chantecler, brand che ha esportato lo stile caprese in tutto il mondo, conquistando i cuori delle donne più belle (ne avevamo parlato qui).

Insomma, le fashioniste più incallite non resteranno deluse dalla loro passeggiata al centro di Capri! Se, invece, siete alla ricerca di articoli artigianali o souvenir, ecco qualche altra idea…

Se volete fare un acquisto intelligente e alla moda, optate per un paio di sandali capresi fatti a mano (ne abbiamo parlato qui), un prodotto tipico dell’isola capace di superare la prova del tempo. Vi basterà entrare in bottega, farvi misurare il piede e scegliere le fascette che più vi piacciono, e il gioco è fatto! In un paio d’ore avrete un esclusivo paio di sandali su misura. La scelta dei cinturini, poi, è davvero infinita: delle semplici striscette colorate a elaborati motivi gioiello. Jackie Kennedy ne andava pazza, tanto da far aprire solo per lei la sua bottega di fiducia a notte fonda per far scorta di sandali. Stiamo parlando della bottega di Canfora, considerato il brand di sandali capresi per antonomasia. Inaugurato nel 1946, il negozio ha accolto innumerevoli celebrità come Soraya, Margaret d’InghilterraMaria Callas e Grace Kelly, ed è stato uno dei primi ad aprire in Via delle Camerelle, ancor prima che questa diventasse la strada dello shopping a Capri.

Altro tipico souvenir alla moda dell’isola è un buon profumo artigianale. Girando per l’isola noterete diversi laboratori di profumi, realizzati facendo macerare nell’alcool fiori ed erbe che crescono a Capri. Si tratta di una tradizione antichissima, iniziata nel 1400 dai monaci della Certosa di San Giacomo.

Secondo la leggenda, nel 1380 il padre priore della Certosa, colto alla sprovvista dalla notizia della venuta a Capri della sovrana Giovanna D’Angiò, preparò una raccolta dei fiori più belli dell’isola; quei fiori rimasero per tre giorni nella stessa acqua e al momento di buttarli il priore si accorse che l’acqua aveva acquistato una fragranza per lui misteriosa. Così si rivolse al religioso esperto in alchimia, che individuò la provenienza di quel profumo nel Garofilium silvestre caprese. Quell’acqua fu, dunque, il primo profumo di Capri. Nel 1948 il priore della Certosa, ritrovate le vecchie formule dei profumi, su licenza del Papa le svelò ad un chimico piemontese che così creò il più piccolo laboratorio del mondo denominandolo Carthusia cioè “Certosa”.

E sono proprio le boutique di Carthusia a portare avanti questa incredibile tradizione. Queste fragranze raccontano Capri, con la sua storia, le sue leggende e i suoi abitanti. Se volete provare questi meravigliosi profumi, tra Capri e Anacapri ci sono ben cinque negozi da visitare.

Infine, prima di lasciare l’isola, dedicate un po’ del vostro tempo alla ricerca del perfetto limoncello caprese oppure di una buona torta caprese. Per coloro che non lo sapessero, il limoncello è un liquore ottenuto dai limoni, mentre la caprese è una torta a base di cacao e mandorle. Qui avrete davvero l’imbarazzo della scelta, perché questi due prodotti rappresentano l’eccellenza della cucina isolana. Non è un caso che i migliori pasticceri facciano a gara per accaparrarsi il titolo di “miglior torta caprese dell’isola”. In ogni caso, saranno souvenir magari poco trendy, ma che vi sapranno riportare con la mente (o meglio, con il gusto) su questa magica e indimenticabile isola.

Raffaella Celentano

Tags: , , , , ,

Comments are closed.