Insurtech: AI e Machine Learning al servizio delle Assicurazioni

insurtech

11 ottobre 2017 • Business & Startup • Di: • Visto: 426

«Ecco tutte le novità legate al mondo della Insurtech, dove Intelligenza Artificiale e Machine Learning si mettono al servizio delle Assicurazioni.»

La tecnologia ha raggiunto, e continua a farlo giorno dopo giorno, livelli mai visti nella storia. Il futuro è interessante, promettente e assolutamente ricco di opportunità non solo per le persone, ma anche per il business. Oggi le possibilità offerte dalla tecnologia sono moltissime, ma quel che ci prospetta il futuro è ancor più stimolante. Per il settore assicurativo in quest’epoca storica, ad esempio, ci sono due novità molto interessanti: sono l’intelligenza artificiale e il machine learning, due settori in continua espansione al servizio della Insurtech

Le startup made in Italy

Il Made In Italy non corrisponde solo a design e moda, anche nel settore dell’Insurtech l’Italia sa come distinguersi e farsi strada. A brillare in questo ambito ci sono importanti startup italiane come Spixii, D-Heart, Neosurance, Floome e Amyko. Del resto sono proprio italiani gli innovatori dell’Insurtech, capaci di progettare utilissime tecnologie messe al servizio del mondo assicurativo. Spixii, in effetti, ha innovato il mondo della comunicazione con il cliente grazie al suo chatbot. D-Heart, invece, ha creato un elettrocardiogramma connesso allo smartphone. Neosurance, allo steso modo, ha proposto un’importante innovazione nel campo della telefonia mobile, mentre Floome ha realizzato un etilometro connesso allo smartphone con la partecipazione di Axa Strategic Ventures. Amyko, infine, ha sviluppato un dispositivo da indossare per raccogliere informazioni medico sanitarie.

Ma questi sono solo alcuni esempi dell’eccellenza italiana in questo campo.

Intelligenza Artificiale

La definizione di Intelligenza Artificiale può spaventare, complici i film di fantascienza che ci hanno propinato qualche decennio fa. Oggi l’IA è un sistema presente in diverse sfumature nella vita di ognuno di noi. Nello specifico parliamo di Intelligenza Artificiale quando ci riferiamo alla capacità di un computer di effettuare un ragionamento o di svolgere dei compiti considerati tipicamente umani.

Machine Learning

L’apprendimento automatico (o machine learning) è il modo in cui l’intelligenza artificiale elabora la propria conoscenza e agisce di conseguenza. Proprio come la mente umana anche un cervello elettronico è in grado di compiere un’azione, rilevarne le conseguenze e da esse imparare.

Insurtech: l’innovazione assicurativa

Intelligenza artificiale e machine learning sono al servizio di privati, e soprattutto di aziende, già da qualche tempo. Gli ultimi dieci anni hanno visto un netto miglioramento nella gestione delle attività professionali proprio grazie a questi sistemi altamente tecnologici, e per il futuro le prospettive sono ancora più interessanti.

La rilevanza di queste discipline altamente tecnologiche per le assicurazioni, in effetti, è decisamente evidente. Dietro alle auto senza autista, ai robo advisor, alle chatbot e ai motori di ricerca ci sono proprio programmazioni di intelligenza artificiale, che le compagnie devono saper utilizzare e sfruttare al meglio. Le driverless cars potrebbero avere un impatto enorme sul settore assicurativo. Oggi, ad esempio, negli Stati Uniti si stima che il 90% degli incidenti automobilistici sia riconducibile all’errore umano. Con l’impiego di tecnologie così sofisticate, invece, il livello di rischio si ridurrebbe drasticamente, ma insorgerebbero altre tipologie di rischio che le assicurazioni possono sfruttare. Il machine learning, più nello specifico, è già stato applicato a diverse aziende online che riescono a profilare clienti, automatizzare processi ed individuare casi di contraffazione o frodi.

Si parla di sharing economy, di blockchain, ma anche di cybersecurity, della cosiddetta “Internet of Things”, e di Big Data, tutti elementi che stanno prendendo sempre più piede anche in Italia e che richiedono particolari attenzioni. L’Insurtech conta oggi quasi 1000 compagnie con un volume di investimenti che supera i 16 miliardi di €.

L’insurtech è la risposta alle esigenze future del cliente, è la garanzia di riuscire a soddisfare necessità e problematiche in modo rapido ed efficiente. Di esso fanno parte software, applicazioni mobili, startup, ma anche prodotti e servizi in grado di migliorare l’esperienza del cliente assicurativo e la sua conoscenza da parte degli attori aziendali.

Ecco perché negli ultimi anni assistiamo ad un costante fiorire di startup pronte a migliorare l’esperienza di business anche in ambito assicurativo. Il mondo sta cambiando velocemente e l’unico modo che il settore assicurativo ha di continuare ad essere profittevole è trasformarsi seguendo le inclinazioni e le innovazioni più importanti offerte dalla più complessa tecnologia.

Tutte queste novità investono la vita quotidiana dei clienti: il modo in cui si spostano, il modo in cui organizzano la routine tra le pareti domestiche, il modo in cui comunicano con gli altri, ma anche il modo in cui si prendono cura della propria salute. In ogni aspetto della vita umana c’è innovazione, e per sfruttare al meglio queste opportunità le compagnie assicurative non possono che adeguarsi ai tempi che corrono, con servizi specifici e moderni e con polizze all’avanguardia che tutelino da rischi differenti da quelli standardizzati che venivano considerati fino ad oggi.

Tags: , , , , , , , ,

Comments are closed.