In forma dopo le feste: Scegli la musica da palestra giusta!

10 gennaio 2018 • Spettacolo • Di: • Visto: 117

«Il Natale è passato ed è arrivato il momento di mettersi in forma dopo le feste. Scaldate i muscoli, allacciate le scarpe e alzate il volume con la musica da palestra giusta!»

E anche questo Natale è andato. Come si suol dire… “festeggiare si è festeggiato, bere si è bevuto, mangiare si è mangiato”. Soprattutto mangiare direi! Pranzi infiniti diventati cene senza neanche accorgercene. Sono passate ore, abbiamo scartato regali, giocato a Tombola e Mercante in fiera, abbiamo visto il sole sorgere e poi tramontare, tutto questo senza mai alzarci da tavola. Come un mantra non facciamo che ripetere ad amici, parenti e conoscenti: “appena finiscono le vacanze mi chiudo in palestra”, oppure: “appena finiscono le feste vado tutti i giorni a correre”… hmmm sì, certo, come no?. Poi c’è il freddo, il lavoro, la cena con gli amici e addio allenamento. Sarà che non utilizzate la musica da palestra giusta?

Tranquilli, nemmeno io sono una grande sportiva, ma con la musica da palestra giusta nelle cuffie non riuscirete a tenere ferme le gambe. Quindi, se vogliamo entrare in quei meravigliosi pantaloni che ci hanno regalato per Natale, è arrivato il momento di posare la forchetta e infilarsi le scarpe da ginnastica. Non fatevi prendere dalla nostalgia: pandoro, panettone e torrone torneranno in prima linea l’anno prossimo. Ora sintonizzatevi su questa fantastica playlist completamente made in (Snap)Italy, di ultima uscita o meno, e fatevi trasportare delle canzoni italiane più ritmate, ideali per la musica da palestra.

Ghali- Happy Days


Ghali sta per Ghali Amdouni, ed è tra gli artisti emergenti più in vista del momento. Che poi a definirlo “emergente” sbaglio, anche perché Ghali è emerso alla grande, spopolando tra ragazzi e adulti. Italiano di origini tunisine, nato e cresciuto a Milano, si è fatto da solo, e nonostante giovanissimo (classe 1993) è riuscito a catturare l’attenzione di rapper affermati come Gué Pequeno e Sfera Ebbasta. Il brano in questione si chiama Happy Days ed è il terzo singolo estratto del suo album intitolato #album. È un vero e proprio inno alla felicità in pieno stile trap. E fa giusto al caso nostro perché dai, siamo tutti più felici dopo aver fatto sport!

Achille Lauro- Amore mì


Achille Lauro, 
pseudonimo di Lauro De Marinis, è il giovane e un po’ eccentrico artista italiano che tanto successo sta riscuotendo. Le sonorità dei suoi lavori vanno dall’electro punk alla trap (ne abbiamo parlato qui), ma per questo singolo ha tirato fuori tutta la sua creatività. Il genere di Amore mì si chiama “Samba trap” e mescola la samba appunto, la bossa nova a rime e suoni moderni. Il singolo, prodotto da Boss Doms, collega e amico, è frutto di un viaggio fuori dall’Italia, dove ha potuto cogliere e sfruttare ogni contaminazione possibile. Troppo difficile non farsi prendere dal ritmo caraibico del pezzo e non inserirla nella playlist con la musica da palestra.

Coez ft. Gemitaiz- Occhiali scuri

musica da palestra

Coez si chiama Silvano Albanese e quello che si è appena concluso è stato senz’altro il suo anno. Come otete leggere in un nostro articolo, concerti sold-out, un disco d’oro e primi posti in classifica hanno fatto di lui il fenomeno del momento. Il brano Occhiali scuri fa parte dell’album Faccio un casino e le parole le sappiamo ormai a memoria. Allora non dimenticate gli occhiali scuri quando andate a correre!

I Cani- Questo nostro grande amore

musica da palestra

De I Cani abbiamo parlato in un nostro precedente articolo. Senza dubbio una delle band più acclamate degli ultimi anni. Giovani ma con una grande coscienza artistica. Questo nostro grande amore è il singolo estratto dal loro ultimo album AuroraLa voce e il volto, fino a poco fa celato sotto sacchetti di carta, sono quelli di Niccolò Contessa. Ritmato a colpi di synth anni ’80 e condito da un ritornello che una volta ascoltato non ti lascia più, Questo nostro grande amore è una musica da palestra semplicemente perfetta. Relativamente al testo sarò banale, ma a me fa pensare, con un sorriso, alla storia super social tra la fashion blogger Chiara Ferragni e al rapper Fedez.

Baustelle- Amanda Lear


Amanda Lear è la musa per eccellenza. I Baustelle le hanno dedicato il fortunato singolo che porta il suo nome Amanda Lear appunto, estratto dal loro ultimo album L’amore e la violenza. Io forse sono troppo di parte perché per loro posso anche morire, ma si tratta di un vero e proprio capolavoro. Al live all’Auditorium Parco della Musica di Roma non riuscivo a star ferma sulla poltrona e in effetti bastano le prime note perché si abbia voglia di muoversi. E allora prendiamo spunto da Dalì e ispiriamoci alla bellezza di Amanda Lear come donna e come musica da palestra ideale perm buttare giù qualche chilo.

Levante ft. Max Gazzè- Pezzo di me



L’abbiamo vista come new entry al tavolo dei giudici di X Factor 2017. Levante, nome d’arte di Claudia Lagona – stesso nome del mio terribile prof. di statistica – si è distinta in questa nuova veste per la sua delicatezza, sensibilità umana oltre che artistica e per una grande grinta. Non ha paura di andare contro corrente e porta avanti i suoi gusti fino alla fine. In Pezzo di me, singolo realizzato in collaborazione con Max Gazzè ed estratto dal suo terzo album, Nel caos di stanze stupefacenti, ci fa divertire con il simpatico gioco di parole e ci porta ad immedesimarci nel post-rottura di una storia che, come da prassi, abbiamo attraversato tutti quanti. Quale migliore scusa per muoverci se non quella di far correre a gambe levate quel “Pezzo di me...” del nostro ex?

Max Gazzè- Sotto casa


Max Gazzè di nuovo. Questa volta però è protagonista assoluto.  Sotto casa è il singolo estratto dall’omonimo album Sotto casa, il settimo dell’artista, e fu presentato nel 2013 alla 63ª edizione del Festival di Sanremo. Come già detto in un nostro precedente articolo io sono una fan sfegatata di Sanremo, critiche annesse. L’edizione del 2013 me la ricordo bene, Sotto casa arrivò settima ma fu l’unica a far ballare tutto l’Ariston e anche me, nel salotto di casa mia.

Maneskin- Chosen


I Chiaro di luna, traduzione italiana del nome danese Maneskin, sono la band rivelazione di X Factor 11, cresciuti sotto l’ala protettiva di Manuel Agnelli. Tanto giovani quanto sfrontati, amanti dell’eccesso, sono trasgressivi pur rimanendo dei “bravi ragazzi”. Sì, perché sotto la pelliccia e gli occhialini da duri si sono mostrati, nel corso del talent, simpatici e ironici. Saranno anche un po’ presuntuosi ma di quell’irriverenza positiva, quella al “viva la faccia”, che alla loro età da la carica e la voglia di spaccare. La stessa del loro singolo Chosen. La voce del Frontman Damiano David, graffiante e sensuale, ti scuote e ti fa venir voglia di raggiungerli nella camera d’albergo del video per correre e saltare. In breve musica da palestra se ce n’è una…

L I M- Comet


L I M (pag. Fb) sta per “Less Is More” ed è il nome d’arte di Sofia Gallotti, o meglio del suo progetto da solista cominciato nel 2016. Dal 2004 e fino a poco prima, infatti, Sofia era membro del duo Iori’s eyes e non aveva ancora scoperto le potenzialità della sua voce come strumento. Il sound del singolo Comet ti ipnotizza per synth e loop ma anche per un certo magnetismo, che fanno di Comet musica da palestra davvero eccellente.

Caparezza- Ti fa stare bene


La testa riccioluta di Caparezza è ormai mito, sotto la quale si cela l’ormai notissimo Michele Salvemini. Il suo ultimo album, Prisoners 709, fresco di uscita è già un successo, primo in classifica italiana e disco di platino. Non da meno il primo singolo estratto Ti fa stare bene, tra i più passati in radio del momento è quasi impossibile non averlo ascoltato. Un vero concentrato esplosivo.

Fabri Fibra- Fenomeno

musica da palestra

Fenomeno è il nono album di Fabri Fibra ma è anche il titolo dell’omonimo singolo. Il brano si basa sul rifacimento di un altro, risalente al 2003 quando Fibra faceva ancora parte degli Uomini di Mare. Il testo ironizza sul concetto di perfezionismo e dell’apparire più che essere. È la traccia perfetta per mettersi in forma e per la nostra playlist sulla musica da palestra, perché per fare il “fenomeno” bisogna anche averne il fisico!

Fabri Fibra ft. Thegiornalisti- Pamplona


Stessa voce, stesso album ma collaborazione tutta nuova per la traccia in questione. Sto parlando di Pamplona. Fa parte insieme a Fenomeno dell’album omonimo Fenomeno di Fabri Fibra, che ha scelto per questo brano di collaborare con i Thegiornalisti. Si è trattato di un vero e proprio tormentone, la abbiamo cantata tutti, a volte senza nemmeno accorgercene. Lo dice il testo e presto anche voi: “ma tu vuoi correre…” Beh? Che fate ancora lì? La musica da palestra giusta ormai l’avete… Ora non vi resta che cominciare a sudare!

Cecilia Gaudenzi

Tags: , , , , , , , ,

Comments are closed.