Aforismi Romani – Intervista a Fabrizio Frustaci

Fabrizio Frustaci - Aforismi Romani

20 aprile 2017 • Business & Startup • Di: • Visto: 4881

«Fabrizio Frustaci, fondatore della community Aforismi Romani, ci ha raccontato qualcosa in più sul suo progetto in questa esclusiva intervista»

Fabrizio Frustaci, fondatore di Aforismi Romani. Rompiamo un po’ il ghiaccio: parlaci di te e dei tuoi progetti.
Mi definisco un creativo, ambizioso e innovativo, amante delle “cose nuove” e che lasciano un “segno” nelle persone. Amo viaggiare, divertirmi e sfidare me stesso ogni giorno. Ad oggi ho realizzato quella che è la più grande Community Web Romana (Aforismi Romani) e nel mentre ho creato altri business di successo, come portali web e strategie di web marketing per importanti aziende nazionali. Ho un’ossessione per tutto ciò che riguarda la crescita personale e la ricerca di se stessi. Negli ultimi due anni ho completamente ribaltato la mia vita, prendendola in mano e decidendo personalmente la direzione verso la quale doveva andare. Grazie ad un percorso di consapevolezza e conoscenza di me stesso, ho ottenuto un forte cambiamento che mi ha permesso di raggiungere importanti traguardi, sia dal punto di vista personale che lavorativo.

Qual è il tuo motto?
Non fermarti mai davanti ai tuoi sogni.

Aforismi Romani è ad oggi un network molto conosciuto nella Capitale e fuori. Da dove nasce e cosa ti ha spinto più di tutto a credere in questo progetto?
Aforismi Romani nasce in uno dei periodi più difficili della mia vita, che tra poco descriverò più approfonditamente. Mi ha dato l’opportunità di condividere quella che ritenevo fosse un ironia sana. Aforismi Romani mi ha permesso di crescere, cambiare, migliorare me stesso e influenzare positivamente tanti ragazzi.

In che modo?
Mettendomi alla prova attraverso le sfide che mi si sono presentate davanti. È proprio grazie alla sfida, che sono riuscito a raggiungere un livello di consapevolezza sempre più alto. Il consiglio che posso permettermi di dare è, appunto, quello di scegliere un tipo di percorso, che ci obbliga a vivere situazioni per noi “scomode”.

Ma scusami Fabrizio, io mica sono masochista. Io voglio stare nella mia comodità!
Eh no. In questo momento storico bisogna essere masochisti per davvero (ride, ndr).

In che senso?
Bisogna fare tutto quello che ci permette di uscire dalla nostra zona di comfort, cercare nuove sfide con se stessi facendo nuove esperienze. La costruzione di un brand partendo dal mondo virtuale, ad esempio, ti permette tutto questo, perchè per avere “successo” sei costretto a dare il massimo, a scoprire e realizzare sempre cose nuove. Parla uno che all’età di 18 anni faceva tutto l’opposto di quello che ho appena descritto. Non avevo particolari capacità nel relazionarmi con gli altri ed ero chiuso in me stesso. Avevo difficoltà a far uscire quello che avevo dentro, e solitamente era la parte più bella.

Prima ci parlavi di un periodo difficile della tua vita. Cosa ti è accaduto?
In realtà si tratta di un episodio molto spiacevole, che ha cambiato totalmente il mio modo di agire ed ha influenzato particolarmente le sorti di Aforismi Romani. L’episodio in questione è stato un forte attacco di panico. Arrivato a toccare il fondo mi sono domandato se quella fosse davvero la vita che desideravo vivere.
La risposta naturalmente è stata “no“.
È proprio grazie a questo episodio che ho trovato la forza di cercare delle risposte e delle soluzioni a dei problemi che mi portavo dietro da tempo. Mi sono preso delle grosse responsabilità con me stesso. Mi sono messo nelle condizioni (scomode) di far uscire quella che era la parte “nascosta” di Fabrizio, esprimendo ciò che mi tenevo dentro. Questo grazie anche ad un percorso di conoscenza di me stesso (come già detto prima) che tutt’ora porto avanti con molto interesse e costanza. È grazie a tutto questo se mi si sono presentate delle opportunità, chance che mai avrei potuto immaginare.

Puoi farci alcuni esempi?
– Vedere persone sorridere, divertirsi e sentirsi parte di una community;
– Realizzare l’evento ufficiale in una discoteca con più di 1000 persone;
– Esprimere quello che avevo dentro, condividendo miei pensieri personali;
– Realizzare qualcosa che venisse apprezzato dalle persone;
– Entrare in contatto con importanti aziende locali che avevano il desiderio di promuoversi;
– Dar vita e lavorare sulle mie idee;
– Aiutare altre persone, che avevano bisogno di una vetrina per farsi conoscere;
Dare lavoro a dei ragazzi con tanta voglia di fare.

Il messaggio che voglio trasmettere attraverso questo progetto è di sfidarsi continuamente e lottare per quello a cui si crede realmente. Nonostante tutto ciò che può accaderci durante il percorso di crescita.

Da quello che posso notare il tuo rapporto con Roma è molto intimo e profondo. Cosa ti lega a questa città e quali sono gli aspetti che vorresti comunicare attraverso Aforismi Romani e noidiroma?
Vedo che hai un occhio ben attento, eh! A parte gli scherzi, per me questa città è stata, ed è tutt’ora, molto importante. Mi ha permesso di esprimermi appieno. Con Aforismi Romani sono riuscito a dare il giusto spazio a quello che risulta il dialetto più apprezzato in tutta Italia. Ho “radunato” tutte le persone che condividevano la mia stessa visione. Mentre con noidiroma sono riuscito a realizzare una community di persone, interessate a raccontare la città attraverso le foto.
Sono due progetti che sono andati avanti in parallelo, che mi hanno permesso di conoscere in maniera più approfondita questa città. Aforismi Romani mi ha permesso di instaurare una fantastica relazione con la più grande community web romana, mentre noidiroma mi ha permesso di scoprire e assaporare questa fantastica città attraverso gli scatti che tante persone mi inviavano. Devo dire la verità: da quando ho realizzato queste due community vivo la città in maniera differente. Quando mi capita di fare delle passeggiate per il Centro di Roma, ad esempio, mi piace davvero gustarmi ciò che mi circonda. Proprio qualche settimana fa ho fatto degli scatti in giro per il centro storico.

Fabrizio Frustaci Aforismi Romani

Credit: Emanuele Serraino

AR e Noidiroma sono due realtà molto fresche che si avvalgono del contributo di giovani. Questo mi porta a pensare che credi molto nel potere innovativo delle giovani menti, essendone tu per primo esempio d’eccellenza. Cosa pensi che manchi ai giovani di oggi e in che modo possono essere valorizzati nel contesto della società attuale?
Come ho accennato prima, ho passato gran parte della mia vita a cercare delle soluzioni a dei problemi che mi bloccavano e ai quali non riuscivo a trovare una risposta. Attraverso un percorso di conoscenza di me stesso e alla mia forza di volontà sono in parte riuscito, e sto continuando, a creare il tipo di vita che più mi si addice. Ma senza una conoscenza profonda di se stessi e senza un percorso di consapevolezza non possiamo sapere quale sia per noi la giusta strada da percorrere. Ed è per questo che durante la vita ci capitano cose per noi “scomode”. Come può essere un percorso di studi sbagliato, o ancora, un’esperienza lavorativa che ci accorgiamo non essere quella giusta.

Perchè ci racconti tutto questo?
Perchè credo che la cosa che manca ai giovani d’oggi, cosa che mancava anche a me quando ho iniziato questo percorso lavorativo, è proprio la conoscenza di se stessi.

Cosa intendi per “conoscersi”?
Dare un reale significato alle scelte che siamo obbligati a prendere ogni giorno. Ogni mattina, appena ci svegliamo, la vita ci mette alla prova, mettendoci nelle condizioni di prendere appunto delle decisioni. Il problema è che se non sappiamo dove vogliamo andare, non siamo in grado di prendere delle scelte consapevoli. Quindi, riallacciandoci alla seconda domanda, credo fortemente che nessuno ci possa valorizzare veramente se non siamo noi i primi a farlo.

In che modo?
Conoscere se stessi per capire in quale direzione dobbiamo andare. Ma soprattutto il “perchè” vogliamo andarci. Solo una volta che abbiamo chiara la nostra direzione possiamo capire quali cambiamenti dobbiamo attuare in noi per raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti. Qualsiasi essi siano: lavorativi, relazionali, familiari…
Credo fortemente in quello che ho appena descritto, perchè circa 3 anni fa non riuscivo a capacitarmi del motivo per il quale non riuscivo a raggiungere alcun obiettivo che potesse rendermi soddisfatto. Me la “prendevo” con qualsiasi cosa, tranne che con me stesso. Ma in realtà dipendeva tutto da me. Continuavo a vivere certe situazioni e a fare determinate azioni che non mi portavano dove volevo. A dire il vero non sapevo neanche io dove volessi andare veramente. Collegandomi a tutto ciò che ho appena descritto in questa intervista, proprio in questi mesi sto lavorando su un progetto dedicato ai giovani. Il mio obiettivo è quello di far conoscere il mio percorso a tutti i ragazzi che lo vorranno.  Riguarda la conoscenza di se stessi ed il cambiamento per raggiungere gli obiettivi che abbiamo sempre voluto.

Dove possiamo seguire gli sviluppi di questo progetto?
Per tutti gli aggiornamenti, oltre alla mia pagina Facebook personale e ai vari canali social di Aforismi Romani (non sto neanche a dirvi quali sono :D), potete lasciare la vostra mail sul mio sito.

Fabrizio, che altro dire? Per noi è stato un piacere…
Ringrazio infinitamente Snap Italy e Jessica per avermi dato la possibilità di raccontare me stesso e i progetti che sto portando avanti. È stato un grande piacere anche per me.

Jessica Simonetti

Tags: , , , , ,

Comments are closed.